STRANO E STRANIERO feat. Dj Uncino
leggi il testo
'a gente è strana cu nù straniero
facce a cattivo si staje sulo tu, cà
pure 'e palazze te fanno 'e minacce
miezz' a sti vie manco tu te saje chiù
non sei nessuno, non conosci nessuno 
e non c'è nessuno che ti tira sù
strano e straniero, straniero e strano
forza chi offre di più
strano e straniero sei come un alieno 
che però non fa più paura quaggiù tra
questi animali che fiutano al volo
che hai l'anima tinta di blu

strano e straniero, straniero e strano
è quello che sono è come mi chiamo
strano e straniero, ci sono nato
non sono stato mai omologato
strano e straniero, l'aggio scigliuto
si vede da come mi sò combinato
strano e straniero, un nome un destino
è quello che sono, è come mi chiamo

crisciuto a giugliano, bambino straniero,
perchè parlavo in italiano
quartiere spagnole ancora straniero
pecchè ero crisciuto a giugliano
tant'anne a milano ancora straniero
prigioniero del sogno padano
adesso sò irpino ma ancora straniero
'o cantante napulitan'
e in tutti quanti i posti dove sono stato
non mi sono di certo mimetizzato
subito fuori i miei colori
rispetto e sò rispettato

strano e straniero, straniero e strano
è quello che sono è come mi chiamo
strano e straniero, ci sono nato
non sono stato mai omologato
strano e straniero, l'aggio scigliuto
si vede da come mi sò combinato
strano e straniero, un nome un destino
è quello che sono, è come mi chiamo

la diversità, l'unicità, 
me la sento dentro da quando ero in pubertà
io me ne sento attratto e non la baratto
non certo per un posto in quinta fila al tuo teatro
io sono l'altro, il disadattato
non mi si adatta il tuo contesto, va allargato
mi sta stretto e non me lo metto
non è leccando culi che guadagno il mio rispetto
io rifletto, come lo specchietto
ma sono troppo avanti e rifletto all'indietro
io sono l'altro, l'ho già detto
e se corri più veloce puoi baciarmi il culetto

strano e straniero, straniero e strano
è quello che sono è come mi chiamo
strano e straniero, ci sono nato
non sono stato mai omologato
strano e straniero, l'aggio scigliuto
si vede da come mi sò combinato
strano e straniero, un nome un destino
è quello che sono, è come mi chiamo
CURRE CURRE GUAGLIO\' 2.0 CURRE CURRE GUAGLIO' 2.0
2014 | novenove
 
SuperTotto
PROSSIMI
CONCERTI
CONTATTI